MOSTRA

Installazione della Mostra

Descrizioni delle Immagini I

Descrizioni delle Immagini II

Descrizioni delle Immagini III

Presentazione della Mostra


Contatti

Come arrivare alla mostra

Home Page

Introduzione

Video

Traduzioni

telephone
Arte Communications
+(39) 041.526.4546

PRESENTAZIONE DELLA MOSTRA

di Peter Frank

Il fatto che un maestro tanto legato all'antica tradizione si orienti ora verso le più recenti ed avanzate tecnologie per inventare, più propriamente per formulare la propria arte, può sorprendere. Ma, per Adi Da Samraj, la tradizione non è ortodossia. La sensibilità spirituale, così come la visionarietà dell'artista, trascende i mezzi e la disciplina ed utilizza gli strumenti più appropriati al messaggio di cui si fa portatrice.

Transcendental Realism - Canal Spa Exhibition Gallery - 2007 Venice Biennale

Realismo Trascendentale: l’Arte di  Adi Da Samraj, la mostra, parte degli Eventi Collaterali della Biennale di Vene-zia 2007, è allestita su due ampi piani di un bellissimo edificio pano-ramico, facilmente raggiungibile da ogni punto della città.
(foto a destra)

La mostra è aperta al pubblico dal 10 giugno al 21 novembre 2007, da martedì a domenica dalle 10.00 alle 18.00 (chiusura il lunedì).

In questa mostra è possibile ammirare l’approccio (basato su uno schema “ a rimandi”) di Adi Da agli oggetti (e alle persone) fotografati nelle opere della serie Spectra, collocate nella stanza centrale. Le stanze attigue contengono opere della versatile serie Geome, le prime di Adi Da Samraj in cui le immagini sono state create interamente attraverso il computer stesso, e opere della serie Oculus, in cui l’artista combina elementi fotografici ritoccati al computer a immagini del tutto generate digitalmente.
Questo naturalmente era, oltre un secolo fa, l’approccio di Paul Cézanne; Adi Da Samraj nelle sue opere rende inoltre omaggio al grande esperimento del Modernismo degli inizi del XX secolo, con la sua rottura con la prospettiva tradizionale, la sua idea liberatrice di astrazione e la sua libera gestione dei colori. Ma Adi Da Samraj sfida anche i princìpi dialettici della filosofia Modernista. Nelle sue strutture binarie e nelle sue immagini riflesse l’artista non mostra una schiera di opposti, bensì un gioco di specchi. Gli opposti in realtà esistono in sintesi. Egli insegna che la dualità è illusoria: l’Esistenza è unitaria. Il nostro punto di vista soggettivo, sorretto dall’io, non definisce l’esistenza; sia che lo sappiamo, sia che lo ammettiamo o meno, definisce noi stessi.

Le mie immagini intendono descrivere la Realtà così com’É e come  appare nell’ambito della percezione naturale, come una somma di forze forgianti primarie. La mia arte dell’immagine non ha quindi un’origine meramente “soggettiva” o viceversa, “oggettiva”. Piuttosto, le immagini che creo coincidono sempre, tacitamente e completamente, con la Realtà Così Com’É. Perciò chiamo il processo artistico che ho creato e che realizzo con le mie opere Transcendental Realism – Realismo Trascendentale.
                                                                                                                     Adi Da Samraj

 


MOSTRACURATORIADI DA SAMRAJSTAMPAEVENTILIBRI / CATALOGHI